SMCV. Ciò che vedo in città, nuovo anno associativo e bilancio in assemblea dei soci

Il segretario Santillo: "E' stato anche il momento dei bilanci, compresi quello di tipo emozionale ed affettivo"
Si è appena conclusa l’Assemblea dei Soci 2017 della Onlus Ciò che vedo in Città – ITALIA svoltasi presso il ristorante “La locanda di Pernice”. Tanti i temi trattati, tra i quali l’inaugurazione del nuovo anno associativo, l’approvazione del Bilancio 2016 e il Bilancio di previsione del 2017. Tanti gli associati con le famiglie e tanti gli ospiti che hanno avuto modo di conoscere da vicino questa realtà che da tempo ormai è uscita fuori dal web per entrare nei cuori di chi li segue. Attimi commoventi quelli trascorsi a ricordare, attraverso la proiezione di slide sapientemente preparate dal tesoriere Pasquale Palmieri e dal Consigliere Ivano de Rosa, tutti gli eventi che negli anni hanno visto il coinvolgimento di tantissime persone. Altrettanto commovente il momento dove gli associati hanno consegnato nelle mani dei genitori di Sabrina Tavano e Giulia Migliore la targa di ottone dedicata ai due angeli che hanno ispirato importanti progetti. La stessa sarà apposta presso la sede sociale che sarà intitolata ad entrambe. “È stata una serata speciale – dichiara il Segretario Alessandra Santillo - la serata dell'anno della nostra Associazione, la serata che dà il via, l'incipit al nuovo anno associativo, ed è anche la serata dei bilanci e non mi riferisco solo al bilancio economico, ma mi riferisco ad un bilancio di tipo emozionale, un bilancio di tipo affettivo. Quante emozioni ha regalato l'associazione e quante emozioni ha ricevuto attraverso gli eventi di solidarietà che ha portato avanti? Volendole porre su una bilancia sono sempre le emozioni ricevute a prevalere. Come dice sempre il Presidente: “preferisco dare piuttosto che ricevere”! È proprio quello che noi tutti cerchiamo di fare attraverso le nostre attività... dare ci fa stare bene, possiamo tornare nelle nostre case sapendo di aver regalato un sorriso a qualcuno, lo stesso sorriso che poi ci fa riflettere e tornare alla quotidianità consapevoli di aver riempito il nostro bagaglio di esperienze, di aver imparato qualcosa da chi è più fragile e bisognoso, sono quelle le persone che insegnano più di tutte credo, ci insegnano ad andare avanti sempre e comunque nonostante le difficoltà più insormontabili.” Tra gli ospiti alcuni dei più grandi sostenitori della Onlus che hanno permesso, grazie alla loro generosità, alcuni grandi progetti. Consegnate nelle loro mani due “menzioni d’onore”. Un grazie speciale ad Angela Angarella, al dott. Luigi Bosco, al Presidente del Camec Marco Giannubilo, al Presidente dell’Ass.ne Fare Ambiente SMCV Alfredo Emanuele Di Bello, al Presidente dell’Ass.ne Universitaria “Collaborazione per lo Sviluppo” e a tutti quelli che generosamente hanno contribuito a rendere grande questa realtà. Hanno onorato la Onlus, su invito, l’Assessore all’Associazionismo Rosida Baia, il Vice Sindaco con delega al Volontariato Assunta Amelio che sono sin da sempre state delle ferventi sostenitrici della Onlus ed il Sindaco Mirra che, per l’occasione, ha ricevuto dalle mani del Presidente Trepiccione, con l’approvazione unanime di tuti gli associati, la carica di Presidente Onorario per la sua vicinanza e la stima dimostrata. “Consegniamo con il cuore questo incarico al Sindaco – dichiara il Presidente Trepiccione – siamo sicuri che la nostra stima nei suoi confronti resterà immutata per tutto il mandato, voglio però ricordare a me stesso che, come sempre, non facciamo sconti a nessuno, tale carica non è un “nulla osta” ma un riconoscimento di stima e di affetto nei confronti di chi, in così breve tempo, ci ha dimostrato enorme vicinanza”. Un bellissimo momento quello della consegna degli ormai storici premi quali; “Socio dell’anno” e “Premio Ciò che vedo in Città” vinti rispettivamente dalla Consigliera Anna Giulia Vigoriti e dal Tesoriere Pasquale Palmieri. 

Commenta su Facebook