Minacce al sindaco di Cesa, Natale dalla villa confiscata: "Solidarietà a Guida"

Il primo cittadino di Casal di Principe si rivolge a chi ha scritto la lettera: "Siete degli stupidi"

Casal di Principe - “Voglio esprimere la mia solidarietà al sindaco di Cesa che nei giorni scorsi ha ricevuto un messaggio anonimo di minacce e lo voglio fare qui all’interno di questa villa” a pronunciare le parole è il sindaco di Casal di Principe, Renato Natale anch’egli minacciato dalla camorra nel lontano 1994 durante il suo primo mandato alla guida del comune dell’agro aversano. “Sono vicino al sindaco come uomo, sindaco e vice presidente di Avviso Pubblico” ha detto il sindaco durante la festa di fine lavori all’interno dell’ex villa Scarface confiscata a Walter Schiavone ex boss della camorra. “A queste persone, voglio dire siete proprio degli stupidi” è stato l’affondo di Natale che da anni combatte in prima linea sul fronte dell’anti camorra. Camorra che proprio in queste ultime settimane ha fatto sentire di nuovo la sua presenza in provincia di Caserta, anche con atti intimidatori, come dimostrano i due ordigni scoppiati a Parete solo qualche giorno fa.

Commenta su Facebook