Cambia l'orario dei treni, disagi per i pendolari: incontro con la Regione per trovare una soluzione

Durante il confronto i rappresentante dei comitati hanno avanzato delle proposte per cercare di risolvere il problema
Il cambio di orario dei treni sta facendo discutere oramai da settimane e dopo le proteste del gruppo pendolari Terra di Mezzo dell'area dell'agro aversano, ci sono stati anche altri comitati che hanno denunciato forti criticità. Recentemente c'è stato anche un "un incontro a termine della settimana di monitoraggio, tra il Presidente della IV Commissione Trasporti della Regione Campania, alcuni vertici di Trenitalia e i rappresentanti dei comitati dei pendolari, dove sono stati chiariti i problemi della nuova rimodulazione degli orari dei treni, grazie alla grande mobilitazione dei viaggiatori coinvolti nella “drammatica tratta” Napoli-Formia-Roma".
 "Nell’avanzare la richiesta di una rimodulazione che tenga conto delle esigenze di tutti, i rappresentanti dei comitati hanno proposto alcune soluzioni per moderare le problematiche emerse dai nuovi orari. Infatti, come rilevato dai pendolari stessi, che hanno denunciato sui social quanto accaduto, la settimana scorsa si sono verificati quotidianamente episodi di estrema pericolosità e disagio, derivanti da condizioni di viaggio vergognose, disumane e umilianti alle quali i viaggiatori della nostra zona sono stati costretti. I comitati subito si sono mobilitati al fine di raccogliere le criticità del nuovo sistema e sensibilizzare tutti gli utenti, avviando una vera e propria campagna di informazione e analisi delle criticità del sistema, garantendo, nel contempo, il monitoraggio di Trenitalia durante la prima settimana di sperimentazione del nuovo orario".
 "Si sono così potuti mettere in luce tutti i problemi legati alla sicurezza dei viaggiatori, soprattutto durante l’ormai tristemente noto interscambio nella stazione di Formia, e dell’inefficienza dei mezzi nel contenere tutti i pendolari nelle fasce di maggior afflusso, con conseguenti disagi alla circolazione.Da registrare il ruolo molto attivo del comitato pendolari Stazione Falciano-Mondragone-Carinola che, anche se costituitosi da poco, ha svolto con meticolosità un grande lavoro di analisi e monitoraggio, utilissimo durante la fase di trattativa con i rappresentanti di Trenitalia e della Regione Campania. La passione e la voglia di riscatto dei pendolari della nostra area ci ha regalato un bellissimo spaccato di lotta e democrazia della nostra Comunità, nonostante i tentativi da parte di alcuni rappresentanti politici locali che hanno cercato di impossessarsi di un grande momento di partecipazione dal basso. Auspichiamo che Regione e Trenitalia possano pianificare al più presto una modulazione degli orari attraverso una progettazione partecipata e condivisa che tenga conto di tutte le istanze dei nostri pendolari. Mondragone Città Possibile, lodando il lavoro svolto dai comitati, come sempre si schiera al fianco dei pendolari affinché vengano sempre garantiti i diritti dei viaggiatori e a un servizio di trasporto pubblico di qualità, da anni oggetto di tagli per via dei deliri della politica neoliberista che tenta di privare le collettività dei diritti essenziali".

  

Commenta su Facebook