Dassis alla scoperta di Casal di Principe: "Ricordare il sacrificio di chi è morto a causa della camorra"

Il presidente del Comitato economico sociale europeo proseguirà oggi il suo tour a Napoli

Casal di Principe - Giornata ricca di impegni quella di ieri per George Dassis presidente del Comitato economico sociale europeo in visita a Casal di Principe. Dopo la giornata di lunedì in cui l’amministrazione comunale guidata da Renato Natale gli ha presentato un documento di priorità per lo sviluppo del territorio, ieri mattina il greco Dassis ha partecipato ad una riunione con le università mentre nel pomeriggio è stato protagonista dell’inaugurazione del primo asilo nido pubblico affidato da Agroroinasce alla cooperativa Eva Onlus. “Così come la criminalità non ha frontiere, anche il contrasto alle mafie non deve averne. Questa struttura è una risposta europea al malaffare” queste le parole  pronunciate dal presidente del Cese durante la cerimonia di inaugurazione.

Parole forti pronunciate anche durante la visita al museo della resistenza a Casa don Diana, dove Dassis incontrando i giovani studenti del territorio non ha nascosto l’emozione nel vedere i volti delle tante vittime di camorra che campeggiano all’interno della struttura: “Queste foto mi fanno pensare ai miei amici morti per la libertà” ha detto Dassis. Una libertà che il popolo casalese ha conquistato rialzando la testa, combattendo il malaffare che aveva oscurato un intero popolo per oltre venti anni. Quella libertà è stata conquistata anche grazie al sacrificio di chi è morto per mano della camorra, ed è per questo che è “giusto ricordarli” ha detto Dassis.

Commenta su Facebook