Meeting delle professioni alla Reggia di Caserta: centinaia di persone coinvolte, ricchezza per il territorio

Una tre giorni di incontri organizzata dall'Ancot (Associazione nazionale consulenti tributari) in cui vengono raccolte proposte utili alla stesura delle leggi in materia fiscale. E la manifestazione, con 250 persone coinvolte, è una risorsa anche per il territorio casertano

Caserta - Alla Reggia di Caserta è in corso il Meeting delle professioni, occasione in cui professionisti del settore tributario di tutta Italia si incontrano per discutere di temi tecnici, poco fruibili per il semplice cittadino, ma di interesse generale, come la riforma fiscale e le possibilità di sviluppo. La manifestazione è molto importante per portare le giuste istanze al governo nazionale e non è un caso che siano stati invitati anche parlamentari e dirigenti dei più importanti organismi nazionali che si occupano di fisco. Il Meeting, però, può essere anche una buona opportunità per il territorio: le persone coinvolte provengono da tutta la penisola e sono circa 250, alloggiano negli hotel Royal, Vanvitelli e Novotel e portano una boccata d’ossigeno all’economia casertana. Oltre che nell’immediato, anche in prospettiva futura.

La tre giorni, cominciata ieri, si chiuderà domani, 3 ottobre. Il tutto è stato organizzato dall’Ancot (Associazione nazionale consulenti tributari), in collaborazione con la fondazione Dino Agostini e con il patrocinio della Camera dei Deputati. Le sale della Reggia che ospitano la manifestazione sono quelle della Scuola Nazionale dell’Amministrazione. Celestino Bottoni, referente per l’Agenzia delle Entrate di Ancot, spiega a Interno18 che il Meeting è fondamentale per raccogliere le richieste delle persone che si occupano quotidianamente di tasse, portarle al governo e provare ad avere normative che non vadano poi a collidere con la realtà del tessuto economico del paese. Tutte le idee elaborate verranno portate in commissione alla camera da Arvedo Marinelli, presidente nazionale di Ancot, e da Saturno Sanpalmieri, segretario nazionale.

Per Caserta manifestazioni del genere sono importanti, oltre che per un fatto di immagine e prestigio, anche per una questione economica. “In questi giorni 250 persone hanno portato ricchezza all’economia del territorio, perché hanno alloggiato, mangiato e bevuto nelle nostre strutture”, spiega a Interno18 Maurizio Pollini, presidente provinciale di Confesercenti.  “Oltre a questo guadagno immediato – continua Pollini – ci può essere una possibilità di crescita in prospettiva futura, perché queste persone possono portare in tutta Italia un messaggio positivo per Caserta, possono trasmettere la loro esperienza positiva e invogliare altri a venire a visitare le nostre bellezze. Questo turismo di servizio oggi, ci può portare il doppio delle persone domani. Si può innescare un circolo virtuoso. Per questo si devono ringraziare gli organizzatori del Meeting”.

Ritornando all’incontro dei professionisti tributari, ci sono molti nomi poco noti al grande pubblico, ma di certo importanti per l'effettiva scrittura delle leggi in materia: Fabrizia Lapecorella, direttore generale delle finanze (Ministero dell’economia e delle finanze); Vincenzo Busa, presidente di Equitalia; Annibale Dodero, direttore centrale della normativa dell’Agenzia delle Entrate. Ogni anno l’Ancot, oltre a convegni più piccoli, organizza due incontri importanti: uno a Roma e l’altro in giro per l’Italia; l’anno scorso fu a Milano, quest’anno a Caserta. “Gli iscritti dell’associazione sono 2400 in tutta Italia, vengono offerte agli iscritti 32 ore l’anno di formazione con una spesa di soli 80 euro e ogni anno vengono organizzate 160 giornate di formazione”, sottolinea Celestino Bottoni.

Commenta su Facebook