Alluvioni, c'è il tavolo tecnico in Regione

Si discute dei Comuni di Recale, Marcianise, Macerata Campania, Capodrise, Portico di Caserta, Casapulla e Curti

Recale - I danni e i disagi provocati dall’allagamento avvenuto il 6 Settembre 2014, ultimo in ordine di tempo, nei territori  dei comuni di Recale, Marcianise, Macerata Campania, Capodrise, Portico di Caserta, Casapulla e Curti, hanno determinato la necessità dell’istituzione di un tavolo tecnico intercomunale riunitosi il 19 settembre scorso, nella biblioteca comunale di Recale. Il verbale redatto in quell’occasione è stato inviato in Regione Campania, con la richiesta d’istituire un tavolo tecnico con gli esperti della Regione, per risolvere il problema del collettore intercomunale. Martedì 25 Novembre, quindi, l’assessore regionale all’ambiente On. Giovanni Romano, il referente territoriale Gimmi Cangiano ed il dirigente regionale dott. Michele Palmieri, hanno  incontrato i sindaci, gli assessori ed i responsabili degli uffici tecnici comunali, per pianificare l’iter per la risoluzione del problema. L’assessore Giovanni Romano si è assunto l’impegno di stilare un accordo di programma fra gli enti coinvolti e puntare ad inserire questo progetto fra quelli finanziabili dai POR-FESR. Il dott. Michele Palmieri ha invece chiesto agli responsabili UTC una serie di dati sull’impermeabilizzazione del territorio, sulle condizioni della rete fognaria, sugli abitanti equivalenti, residenti, fluttuanti e sulle aree critiche. La questione sarà dibattuta nuovamente mercoledì 3 Dicembre, alla luce degli aggiornamenti e delle informazioni richieste. Un passo decisivo quindi, nel tentativo di risolvere un problema ormai trentennale e che mai, sino ad ora, si era pensato di affrontare con un approccio intercomunale per sottoporlo alla Regione Campania, nell’ottica di una richiesta di fondi europei.

Commenta su Facebook