Maltempo, Campania in ginocchio: due frane nel casertano

Nei comuni di Pratella e Ailano le situazioni più critiche: disagi in tutta la Regione

Campania - Numerosi allagamenti di strade e scantinati, cadute di cornicioni e qualche albero tra i diversi interventi effettuati nelle ultime ore dai vigili del fuoco tra Napoli e provincia. Un vento di libeccio 6 ed un mare molto mosso forza 5 hanno provocato il fermo dei mezzi veloci (aliscafi, catamarani e minocarene) alle banchine dei porti. Solo i traghetti assicurano i collegamenti, "anche se - affermano dalla centrale operativa della Guardia Costiera - le condizioni meteo sono in peggioramento", con un eventuale blocco totale dei collegamenti con le località del Golfo nelle prossime ore. E' di due frane, qualche allagamento e numerosi alberi caduti e pericolanti il bilancio del maltempo che questa notte si è abbattuto sul Casertano. Nei comuni dell'Alto-Casertano di Pratella e Ailano le situazioni più critiche con due smottamenti staccatisi rispettivamente nei pressi di Via Nazionale e via dei Giudici.

In entrambi i casi non sono coinvolte persone anche se le frane sono avvenute in zone dove sono presenti abitazioni. Sul posto i vigili del fuoco del Comando di Caserta. Sul litorale invece la situazione al momento non desta preoccupazione; i pompieri stanno effettuando soprattutto verifiche di infiltrazioni d'acqua in appartamenti e garage e interventi per alberi pericolanti sulla strada.

Allagamenti di scantinati, box auto e piani di terra di abitazioni sono tra le decine di interventi effettuati nelle ultime 24 ore dai vigili del fuoco anche in provincia di Salerno. A Scafati un automobilista rimasto bloccato in un sottopasso per sfuggire alla violenza dell'acqua si è rifugiato sul tetto della propria auto completamente allagata e poi è stato messo in salvo dai pompieri.

A Bellosguardo, negli Alburni, i vigili del fuoco del distaccamento di Sala Consilina sono stati chiamati per spegnere l'incendio in un'abitazione. Le fiamme si sono sviluppate a seguito di un corto circuito che ha interessato il contatore colpito da un fulmine.

A Santa Marina di Policastro un altro incendio ha distrutto la tettoia in legno di un'abitazione. I vigili del fuoco hanno evitato, non senza difficoltà, che le fiamme si estendessero all'intera abitazione. A causa dell'allerta meteo, infine, i pompieri monitorano costantemente i corsi fluviali ed i torrenti maggiormente a rischio esondazione di tutto il territorio salernitano.

Ieri la protezione civile aveva diramato un allarme maltempo su tutta la Campania fino alle 20 stasera. Piogge, vento e temporali stanno sferzando in particolare le aree interne della regione.

Commenta su Facebook