Settembre al Borgo, Ugl: "Artisti e direttori devolvessero la propria arte"

Il monito arriva dal segretario provinciale della Ugl Sergio D'Angelo: "Oltre le belle parole anche qualcosa di concreto"

Caserta - "Ed ora ci portano via anche il Settembre al Borgo, altra ingiustizia per Caserta, per la provincia tutta, ma soprattutto per la cittadinanza, per le imprese e per i lavoratori addetti e dell'indotto, che si vedranno venir meno un momento tanto atteso". Sono le parole di Sergio D'Angelo, segretario generale della Ugl Caserta. "La kermesse va necessariamente difesa - sostiene - plaudendo a Tony Servillo, per le dichiarazioni rese alla stampa. La notorietà sinora raggiunta dalla manifestazione casertana dovuta, sicuramente, alla professionalità dei direttori artistici susseguitisi negli anni, fa sì che l'autunno diventi per Caserta un momento di allegria, per i cittadini e per l'economia". 

Lapalissiano l'obbligo di mantenere alto il livello culturale raggiunto negli anni dalla manifestazione, da cui nasce  l'invito, che la Udl di Caserta, rivolge a chi l'ha resa famosa. "Sarebbe bello che ognuno dei direttori artistici o alcuni di loro, oltre alle belle parole, devolvesse una 'giornata' del  proprio tempo alla manifestazione e così anche gli artisti che amano il nostro territorio - afferma Sergio D'Angelo - con la loro professionalità di sicuro si riuscirà a salvare la ormai nota e tanto attesa kermesse".

Commenta su Facebook