Chiusura piazza XX Settembre, presentata la petizione sulla revoca

Circa novecento le firme presentate a Tommasino. E sull'intervento di G.A, Riscolo replica: "come si impegna per il rilancio di alcune frazioni, dovrebbe interessarsi anche nel ravvivare Sessa"

Sessa Aurunca -  

Presentata venerdì,  al Sindaco Luigi Tommasino, la petizione popolare riguardo la pedonalizzazione di Piazza XX Settembre, circa novecento le firme raccolte da commercianti e cittadini della zona.

“Stante l’attuale situazione di scarsa fruibilità pubblica – si legge nella petizione - il danno che le attività commerciali della zona stanno patendo e l’inefficace soluzione adottata, si ritiene necessario domandare: la revoca dell’ordinanza che ha stabilito la chiusura al traffico della Piazza in oggetto alla petizione; in alternativa, si richiede un pubblico incontro con tutti gli stakeholders, per l’individuazione di una soluzione ottimale che porti ad una maggiore fruibilità del luogo pubblico”.

Un’aria di malessere si legge nelle parole dei titolari delle attività commerciali ubicate in piazza, tra i quali aumenta la preoccupazione di vedere un’ulteriore diminuzione di affluenza dei clienti nel periodo invernale che, ormai, è alle porte.

 

 

“Io sono per il progresso – commenta Pasquale Riscolo, della “Taverna dei Baroni” - ma non troviamo giusto che la Piazza resti chiusa dalle nove alle ventiquattro, tutti i giorni, per tutti i mesi.

 

 L’ordinanza va rivista, come va rivista anche la concessione per il carico e scarico: i miei fornitori non consegnano nei tempi prescritti e sono costretto a recarmi personalmente da loro, per poi attraversare l’intera piazza a piedi trasportando gli alimenti ed esponendoli agli agenti atmosferici.


Economicamente il peso dell’ordinanza si fa sentire, la mia attività ha subito un fortissimo calo rispetto all’anno precedente, circa il 50 % in meno. Il parcheggio che il Sindaco ci ha concesso non è sufficiente. I miei clienti dovrebbero posteggiare in via Segasoce, ma quando piove come fanno a percorrere quelle scalinate? Quando piove dobbiamo restare chiusi?


Piazza XX Settembre è diventata una piazza deserta, come se ci avessero buttato una bomba atomica.
Siamo per la crescita ma una modifica dell’ordinanza va fatta. Noi stiamo facendo sacrifici enormi per tenere aperto il locale.


E sull'intervento di venerdì scorso dell'organizzazione politica, Generazione Aurunca, afferma Riscolo: "Generazione Aurunca chiede gli arredi urbani, ma è evidente che non la vive: Piazza XX Settembre è diventata una piazza deserta, e pochissimo frequentata. Occorre rendere la Città una calamita del turismo, creando attrattive, intrattenimenti.

 

Una volta apposti gli arredi chi ci si siede? Generazione Aurunca, come si impegna per rilancio turistico di alcune frazioni, dovrebbe iniziare ad interessarsi anche nel ravvivare Sessa e Piazza XX Settembre: degli stessi membri non si vede mai nessuno, di sera, in giro.

 

Il centro storico vive una fase di depressione dal punto di vista commerciale, più del 50% dei negozi sono chiusi e l’unica cosa che si legge è solo il cartello “fittasi”. Le proposte sono buone quando sono costruttive.

 

Per tanto invito il movimento politico G.A., prima di fare proposte innestive al riguardo come G.R.P., di viverla intensamente come noi commercianti e non dovremmo essere commentati ma lodati e decorati”. 

Commenta su Facebook